UA-72222363-1

Blog

Giu12

Booking.com per Hotel: È davvero necessario?

booking.com per hotel
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedIn

In questo articolo si parla di come utilizzare Booking.com per Hotel, Booking è conosciuto tra tutti coloro che viaggiano con una certa regolarità, ma anche dai proprietari di strutture ricettive che lo utilizzano per vendere le loro camere.

La domanda che in molti si pongono è possibile utilizzare Booking.com per Hotel per  ricevere le prenotazioni online tramite il proprio sito?

Certo, ma richiede un lavoro enorme in termini di energie e di investimenti! Il mio consiglio è di utilizzare tali piattaforme come Booking.com, Airbnb, Wimdu, Tripadvisor, CaseVacanza.it per promuovere la tua struttura ricettiva.

Ti ricordo quali sono i passaggi che segue il cliente prima di prenotare una stanza in un Hotel, effettua una ricerca su una OTA tipo Trivago, Booking.com o altri, confronta con altre proposte di altre strutture ricettive, una volta deciso si reca direttamente sul sito dell’Hotel scelto per effettuare una prenotazione online, cercando un risparmio.

Alla luce di queste informazioni è facile capire qual’è la mossa da seguire, innanzitutto devi far si che il cliente ti trovi con il nome del tuo Hotel. Se si prova ad inserire il nome di alcune strutture ricettive trovate su Booking.com, non sempre compare nei risultati di Google e non sempre nelle prime posizioni.

Devi avere un sito accattivante ma allo stesso tempo di semplice utilizzo, dotato di un online booking engine per dare la possibilità di consultare prezzi e disponibilità direttamente online e in seguito di prenotare e di pagare sul tuo sito, se non l’hai ancora fatto ti consiglio di leggere l’articolo che ho scritto tempo fa su Come aumentare le prenotazioni Alberghiere tramite Smartphone.

Ovviamente il cliente deve avere un vantaggio nell’effettuare una prenotazione direttamente dal tuo sito, il prezzo è sicuramente un fattore chiave, ma non l’unico. Ad esempio potresti decidere di applicare uno sconto a chi prenota direttamente dal tuo sito, ma mi raccomando la differenza non deve essere eccessiva, se su Booking.com il costo della stanza è di 100 euro, sul tuo sito puoi farla pagare a 90 euro. Ma devi inserire altri vantaggi, tipo poter pagare direttamente in Hotel, oltre che online tramite il tuo sito. Puoi omaggiare il cliente di un rinfresco appena arrivato, insomma con un pò di creatività si possono creare tantissime iniziative gradite al cliente.

Ti ricordo inoltre che dal 2015 hanno abolito la Rate Parity, cioè l’obbligo per il gestore di avere le stesse tariffe delle proprie stanze rispetto a quelle inserite su Booking.com o altre OTA.

L’obiettivo non è di eliminare del tutto le OTA, ma di differenziare le acquisizioni di nuovi clienti tramite diversi canali.

Hai mai utilizzato siti come Booking.com?  

Qual è la tua opinione sull’articolo Booking.com per Hotel?

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedIn
error: Il contenuto è protetto !!